In collaborazione con EBAFoS
Ente Bilaterale dell'Artigianato
per la Formazione e la Sicurezza

Area Utente






Support & Service

Carrello

VirtueMart     Il carrello è vuoto.

Sicurezza: omessa informazione sui rischi

La Corte di Cassazione: la responsabilità per l’omissione di un’adeguata informativa ricade su Datore di Lavoro e Capo Cantiere.

Il Datore di Lavoro e il Capo Cantiere rispondono della mancata predisposizione di un’adeguata progettualità informativa sui rischi di lavoro ed i parametri di sicurezza da impiegare; questa conclusione è coerente con il ruolo del Datore di Lavoro e del Capo Cantiere in quanto titolari di autonome posizioni di garanzia e destinatari, seppure a distinti livelli di responsabilità, dell’obbligo di dare attuazione alle norme dettate in materia di sicurezza sul lavoro.

Queste le importanti statuizioni formulate dalla IV sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza 07/04/2011, n. 13749. Nella fattispecie è stato preso in esame un caso di omessa informazione e apposizione di opere provvisionali anti smottamento (consistenti in paratie di contenimento diffuse, armature di sostegno, puntellamenti volte ad impedire i prevedibili franamenti del terreno argilloso) all’operaio che si trovava ad operare all’interno di uno scavo per la posa in opera di tubazioni per fognature.